Caffè zuccherato o amaro? Ecco quale usare e alternative

08 Marzo, 2018

Caffè zuccherato o amaro? Ecco quale usare e alternative

Abbiamo già parlato ampiamente di come preparare un caffè perfetto, scegliendo la giusta miscela e gli utensili idonei per una bevanda dal gusto avvolgente, oggi arriviamo a parlare di una questione spinosa che separa tutti gli amanti della bevanda. 

Zucchero o non zucchero? Alcuni sono dell'idea che il gusto dolce derivato dallo zucchero vada a mascherare il vero sapore del caffè. Inoltre il caffè avrebbe un effetto termogenico, che fa sì che dopo l'assunzione si brucino i grassi. Questa azione viene però resa inutile se bevuto zuccherato.

caffè zucchero

Cosa usare per dolcificare il caffè?

Solitamente nei bar troviamo due tipologie di zucchero: quello bianco e quello di canna, il più delle volte in bustina.

Ma per chi segue una dieta dimagrante o anche per chi vuole adottare una stile di vita più sano, esistono delle alternative:

La natura ci viene sempre in aiuto e il miele con il suo sapore e la sua consistenza è l'ideale per dolcificare il caffè, ma anche altre bevande come il tè caldo. Un prodotto simile al miele è lo sciroppo d'acero, più utilizzato negli Stati Uniti che in Italia, ma che permette di aggiungere dolcezza al caffè.

Un altro dolcificante alternativo , affacciatosi ultimamente sul mercato alimentare è lo sciroppo d'agave dal gusto dolce che al suo interno contiene sostanze nutritive utili all'organismo.

Una domanda potrebbe sorgere spontanea, quali dolcificanti evitare?

I nutrizionisti sconsigliano i dolcificanti chimici, come l'aspartame che secondo alcune ricerche sarebbe dannoso alla salute.




Benvenuto su Bastimento!

Dai un occhiata nelle nostre stive! 

Utilizza il codice BENVENUTO10 per ottenere il 10% si sconto sul tuo primo ordine!